Un appello per cambiare la provincia di Treviso

La Marca Trevigiana è ben poco gioiosa et amorosa in questa triste epoca padana.
Alla Electrolux torna la minaccia di delocalizzazioni e licenziamenti, mentre la crisi colpisce tutti i settori produttivi, si allungano le liste di mobilità, finiscono i soldi per la cassa integrazione, un giovane su tre è disoccupato e gli altri due sono precari, la crisi colpisce le famiglie che stanno erodendo i loro risparmi (quando li avevano), le banche pignorano le case per le rate del mutuo insolute.
Ma le destre che governano il Paese a Roma come in Regione e in Provincia ed in molti comuni, non si fanno scrupolo di fare qualche comparsata alle manifestazioni dei lavoratori disperati per lanciare qualche slogan razzista sull’idea di licenziare prima i migranti (ma poi anche i veneti comunque) o promettere di stare al fianco dei lavoratori contro le delocalizzazioni.
Intanto aumenta il costo della vita, si tagliano i servizi sociali e la scuola mentre la Lega ladrona ingrassa di politica e poltrone.
E’ tempo di cambiare, di mandare a casa una classe politica incapace ed arraffona e per farlo serve una sinistra unita e forte a sostegno della candidata Floriana Casellato.
In questi anni sono cresciute molte esperienze unitarie a sinistra, liste civiche, associazioni e movimenti che a partire dalle lotte sui beni comuni, in difesa della scuola e del lavoro, per la democrazia e la solidarietà, contro il nucleare, la depredazione del territorio, per la difesa della laicità, hanno costruito reti ed iniziative dando voce ad una Marca Trevigiana migliore.
Le prossime elezioni amministrative saranno una prova molto dura, anche per l’ennesimo taglio alla rappresentanza democratica che ha ridotto il numero di consiglieri mentre quello dei ben più costosi politici romani non viene mai toccato. Per questo noi ci impegniamo affinché divisioni partitiche del passato non impediscano nella Marca Trevigiana la costruzione di una unica lista a sinistra per le lezioni provinciali, come anche per quelle dei maggiori comuni che vanno al voto: una lista aperta nel segno del rinnovamento, fatta di donne e di giovani, per garantirci una presenza qualificata della sinistra nei luoghi della democrazia più vicini ai cittadini.

Primi firmatari:

Fulvio Albumina, Direttivo Cgil Treviso
Nicola Atalmi, consigliere comunale Sinistra Trevigiana
Mirella Balliana, Sinistra Vittoriese
Pietro Baratto, segretario Anpi Valdobbiadene
Luigi Benedetti, volontario della bottega del Mercato Equo, Castelfranco Veneto
Ivan Bet, consigliere comunale Godega
Franco Boaro, direttivo  prov Cgil Treviso
Sergio Bordin, Spi Cgil Cornuda
Arrigo Bortoluzzi, direttivo provinciale Anpi
Gigi Calesso, Un’Altra Treviso
Gianfranco Carniel, segreteria Spi Cgil Treviso
Ettore Casellato,  consigliere comunale Silea
Roberto Chin, direttivo provinciale Cgil
Damiano De Pieri, rappresentante studenti facoltà di Lettere e Filosofia di Padova, Vidor
Fabio Di Lisi, consulta provinciale degli studenti Treviso
Sandro Fontebasso, consigliere comunale Nervesa Democratica
Bruno Goggi, Sinistra Montebellunese
Rinaldo Grava, direttivo provinciale Fiom
Abdallah Khezraji, mediatore culturale
Omar Lapecia, segreteria provinciale Flc Cgil
Carola Laurenzi, rsu Zoppas, Vittorio Veneto
Manuela Marcon, Fiom Cgil Electrolux
Renato Marotto, Rsu Monti, Maserada
Matteo Matiuzzo, consigliere comunale Nervesa Democratica
Stefano Mestriner, consigliere provinciale Uniti per la Marca
Cinzia Mion, segreteria Cgil Filcams Treviso
Anna Mirra, Un’Altra Treviso
Paola Morandin, Rsu Electrolux, Fiom Cgil
Claudio Naccarati, Sinistra Trevigiana
Laura Notari, direttivo provinciale Slc Cgil
Paolo Pagotto, direttivo provinciale Fiom Cgil
Dino Pavan, Federazione della Sinistra Villorba
Luigi Pin, direttivo Spi Cgil
Luigi Polegato, direttivo provinciale Anpi
Armando Ravagnolo, direttivo Spi Cgil
Mirco Salvagno, RSU Cartiere di Villorba
Denis Sbrissa, segreteria Fisac Cgil
Gino Spolaore, consigliere comunale Zero Branco
Marco Tomitano Rsu Tognana
Leggi l’elenco completo

È possibile firmare scrivendo a sinistrapertreviso@gmail.com, verrete inseriti nella pagina “ADESIONI” del blog.
Advertisements
This entry was posted in Appello and tagged , , , , , , , , , by Alessandro Squizzato. Bookmark the permalink.

About Alessandro Squizzato

Classe 1983, membro del NIdiL CGIL trevigiano, si spartisce tra Treviso e Trieste, tra l’attività professionale di webmaster, editor e affini e gli studi umanistici presso l’ateneo giuliano. In passato impegnato in politica a vari livelli locali e nazionali con particolare attenzione alle questioni economiche e del lavoro. Oggi indipendente e in cerca come molti di una sinistra credibile che torni a rappresentare il lavoro nelle sue molteplici forme. Mantiene l’orientamento nel deserto della postmodernità con un pantheon dal solido baricentro tra Antonio Gramsci e Quentin Tarantino.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...